Acquisti sempre piĆ¹ mobile: i Beacons rivoluzioneranno il concetto di shopping

Una nuova e semplice tecnologia permette di migliorare l’esperienza dei consumatori. 
E le possibilità di sviluppo sono infinite.

 

Pochi sanno cosa siano, ma i Beacons si prospettano come la novità alla quale ricorreranno brand, imprese, negozi e istituzioni. Il loro scopo è semplice: migliorare l’esperienza del cliente.

I vantaggi di questa nuova tecnologia sono diversi: costano  e consumano poco, raccolgono dati utili e possono individuare con precisione dove si trova il consumatore.

Fisicamente il beacon – qualcuno in Italia lo traduce in radiofaro - non è altro che un pezzo di hardware che usa la tecnologia Bluetooth per comunicare, attraverso un’app, con smartphone e tablet.

Un semplice dispositivo che potrà essere sfruttato in diversi campi: dal retail ai pagamenti offline, nelle case, nel settore dei trasporti, dell’intrattenimento e del fitness. In particolare nell’ambito del turismo gli sviluppi potrebbero essere davvero interessanti. Basti pensare che alcuni musei, come il Philips Museum nei Paesi Bassi e i Musei Civici di Palazzo Farnese a Piacenza, già sfruttano questa nuova tecnologia per arricchire l’esperienza dei visitatori con, ad esempio, giochi e quiz destinati alle famiglie.

Coin e Adidas usano i Beacons per assegnare punti, premi e promozioni ai clienti che entrano in alcuni punti vendita.

Per ora i Beacons vengono utilizzati soprattutto per segnalare ai consumatori coupons e offerte. Sarà compito dei brand trovare modi innovativi e accattivanti per sfruttare questa nuova tecnologia. AAA idee geniali cercasi.

 

 

NEWS ARCHIVE