Offri valore e l’utente verrà da te: il boom dei quiz online in Cina

I brand faticano a creare engagement “utile”.

Mentre in Oriente spopolano le app con montepremi in denaro.

 

Social media = paid media? Sì, almeno per le aziende. Pur mantenendo la dimensione originale di strumenti di relazione, negli ultimi anni tali piattaforme hanno limitato la visibilità organica dei contenuti diffusi dai brand.

Questo ha reso indispensabile l’investimento in adv per raggiungere il target d’interesse e creare engagement, anche se il tasso di coinvolgimento è spesso fine a se stesso e non porta a un reale ritorno dell’investimento o a un’effettiva conversione degli utenti in clienti.

In Cina, India, Stati Uniti e Thailandia, alcune società hanno recentemente lanciato dei quiz show online per dispositivi mobile, con in palio dei montepremi in denaro. In questo caso, l’acquisizione di utenti è favorita dalla natura stessa del gioco, che stimola il coinvolgimento e diventa virale senza alcuna spesa in adv.

Si tratta di giochi a eliminazione dove i partecipanti hanno a disposizione 10 secondi - lasso di tempo che rende impossibile barare - per scegliere tra le 3 opzioni di risposta. Alla fine della serie di domande, il montepremi viene diviso tra gli utenti vincitori. In caso di errore, è possibile continuare a giocare invitando gli amici.

Le puntate degli show vanno in onda in momenti precisi della giornata, solitamente a orario di pranzo e cena, quando le persone sono insieme. All’interno è possibile inserire annunci pubblicitari di sponsor e partner tramite pop-up, banner, menzioni e puntate sponsorizzate.

In India si gioca a “Loco”, negli Stati Uniti a “HQ Trivia”. In Cina l’app principale è “Million Dollar Hero”, che sfiora i 6 milioni di utenti in contemporanea e i 3 milioni di yuan di montepremi a partita. Altre società come Baidu e Netease hanno lanciato i propri quiz online, incontrando la contrarietà del Governo cinese, da poco promotore di una campagna contro la dipendenza da Internet.

In Thailandia c’è “Panya”, che nei primi 2 mesi ha totalizzato 1 milione di download e 250 mila utenti attivi a settimana, e che in un secondo momento intende trasformarsi in editor e dare contenuti esclusivi agli utenti fidelizzati, offrendo loro la possibilità di interagire con attori e ospiti degli show.

Cosa dimostra il boom di queste app? Dimostra che se le aziende offrono reward di valore - in questo caso denaro “vero” - sono direttamente gli stessi utenti-target a muoversi per cercarle. E così la montagna va da Maometto.

 

NEWS ARCHIVE